sabato 26 maggio 2012

Saguaro


Saguaro.
Saguaro è un po' un nome del cazzo, diciamocelo sinceramente. Non migliora, quando ci viene spiegato che è il nome di un cactus. Un mio amico sostiene sia evidentemente il nome di un trans brasiliano, io gli do abbastanza ragione. Per mio padre e Francesco Trentani invece è un nome perfetto e questa cosa mi aveva fatto pensare, quando ho letto le anteprime su Saguaro, che il rischio fosse proprio di ritrovarsi difronte a una storia un po' vecchiotta, con un target che escludesse chi ancora non si fa regolari controlli alla prostata. Robert Pattison quindi lo avrebbe letto, tutto assumerà un senso quando leggerete la mia recensione su Cosmopolis. Comunque, controlli proctologici a parte, Saguaro mi ha stupito, e se avrete la pazienza e la fermezza di un cactus, continuate a leggere e capite il perché.
Il primo numero non è un capolavoro, ma i primi numeri sono difficili da scrivere. Bisogna presentare i personaggi e la cosa prende un sacco di spazio alla storia, succede anche qui, quindi cercherò di concentrarmi su Saguaro.
Saguaro se la cava, non brilla per originalità, ma richiama piacevolmente il Rambo di Stallone e The Rock in A testa alta. Ricorda anche certi personaggi della letteratura americana di frontiera, un po' l'Hap e il Leonard di Lansdale, un po' i cowboy di McCarthy. Un duro, non troppo puro, pronto a menare le mani per riaggiustare i torti subiti dagli indifesi e allontanarsi all'orizzonte in sella alla sua moto. L'aspetto grafico poi mi ha proprio convinto, mascella volitiva e scolpita nel marmo, monoespressivo, imbruttita pronta all'uso. Quello che mi ha convinto di meno è: 

1- Assoluta mancanza di umorismo. Rambo può farlo, dura un paio di ore e si può fare a meno di ridere, ma se questa è una serie che andrà avanti per lunghe distanze, forse una mezza risata dovrebbe strapparla ogni tanto. Saguaro ha bisogno del suo Kit, del suo Poe, per favore non del suo Chico.

2- [SPOILER] Il cattivone di turno viene messo fuori gioco senza l'intervento, nella sparatoria finale, di Saguaro. Mi aspettavo menasse molto di più le mani, ma forse è solo che pensavo intensamente a Stallone e Dwayne Johnson e quei due non si sarebbero mai persi l'occasione di prendere personalmente a calci in culo il proprio avversario mettendo fine al combattimento con una frase ad effetto.

3- L'ambientazione anni 70. Oltre ad allontanare lettori giovani, non serve a nulla. Quei posti,  la frontiera, è uguale oggi a come era negli anni settanta. Saguaro poteva essere un reduce dell'Afganistan o dell'Iraq e la storia oltre a filare tale e quale, sarebbe stata piacevolmente più attuale.

Comunque apparte qualche aggiustatina, che non posso sapere se verrà già data nei prossimi numeri (come dicevo prima un primo albo non basta certo a giudicare una serie), Saguaro mi piace un bel po'.
Ha la tamarraggine necessaria a diventare un'icona, mi piacerebbe anche un sacco scrivere una storia per Saguaro, avere il giubotto e la moto di Saguaro... che cambiassero nome a Saguaro!

MM

4 commenti:

  1. Vederne la copertina mi porta depressione e mi fa sentire vecchio. Personalmente, credo puzzi di reparto geriatrico d'ospedale. Se la Bonelli non si rinnova, tra un paio di ristampe di DyD dovrà chiudere. Peccato.

    P.S.: già hai scritto di Cosmopolis? Sono curioso di leggere. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io aspetterei a dichiarare babbo morto. La bonelli in realtà è una delle case più innovative del mercato, pensa che l'anno prossimo escono la serie di Recchioni, gli Orfani che è tipo la cosa più bella che io abbia mai visto e la serie dedicata a Drago nero, una serie fantasy... Quindi direi che di rinnovamento se ne parla e come in casa bonelli.

      Elimina
    2. Ah riguardo Cosmopolis... Bleah!

      Elimina
    3. Infatti, mi sono informato tardi sulle novità 2013. Quelle due mi incuriosiscono di più (e promettono anche meglio visti gli autori), ma anche Saguaro era una novità e blablabla.
      Comunque, il problema è che sceglie male i suoi cavalli di battaglia. Anzi, dovrebbe modificarli. Saguaro serie mensile e Orfani miniserie? Lilith SEMESTRALE? O.o

      P.S.: grazie per Cosmopolis. ;)

      Elimina